Menu

Cacciatore Testata Grigio Ok
Arco Testata Grigia
CT Testata Grigia

facebook Greentime facebook Arco facebook Caccia&Tiro

Editoriale Arco n. 2/2019

Una grande sfida senza fine

In questo numero troverete anche la cronaca del Campionato Italiano Indoor Fiarc, a detta dei partecipanti, me compresa, uno dei più belli degli ultimi anni. La manifestazione è stata organizzata da due Compagnie, in perfetta armonia tra loro, tanto che se non lo avessimo saputo non ce ne saremmo neanche accorti. Certo, non è l’unico caso di un evento organizzato da più realtà, conosciamo bene, ad esempio, la collaborazione tra Società sportive, oltre all’ottimo sistema dei volontari, che caratterizza molte manifestazioni Fitarco. Dare vita ad un evento sportivo, a tutti i livelli, è comunque sempre un’impresa. Non ci sono professionisti dell’organizzazione in campo, ma solo arcieri armati di buone intenzioni, generosità, forza di volontà e della loro esperienza dall’altra parte della barricata, come partecipanti. La voglia di regalare momenti di sano agonismo e divertimento, nel nome della concordia per il raggiungimento di un fine comune, permette agli organizzatori di superare le perplessità, i dubbi, il timore di sbagliare ed anche le conflittualità che potrebbero insorgere tra i membri dello staff. Tutto ciò è parte integrante del nostro sport: imparare a confrontarsi, comprendere il punto di vista dell’altro, accoglierlo, trovare una mediazione e collaborare insieme per godere appieno della nostra passione. L’arco, infatti, insegna anche questo: lo insegna durante l’organizzazione di una manifestazione, quando imprevisti e grande mole di lavoro possono mettere a dura prova; lo insegna quando viviamo la nostra Federazione, Associazione o Compagnia, nel momento in cui idee diverse devono trovare una sintesi comune e condivisa; lo insegna persino in gara, quando passiamo le nostre ore in compagnia di persone che possono esserci più o meno affini. Lo insegna, infine, anche a noi stessi. La diversità, infatti, non è solo fuori, ma anche dentro di noi. In gara, come nella vita, dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra svariate componenti della nostra psiche (ad esempio tra dubbio e fiducia, paura di sbagliare e coraggio di cimentarsi) perché l’esito positivo del nostro dialogo interiore è quella componente impalpabile, ma dal peso enorme, che sorregge la nostra freccia verso il bersaglio. Il tiro con l’arco è una grande palestra, a tutti i livelli, è per questo che è così difficile e nello stesso tempo irrinunciabilmente meraviglioso. Come le nostre frecce non colpiscono sempre il bersaglio, così armonia e collaborazione non sempre trovano spazio tra gli organizzatori, gli arcieri o dentro di noi. L’importante è credere che ciò sia possibile, continuare a provare, imparare dagli errori commessi nutrendosi però delle esperienze positive. Non è facile, è una grande sfida senza fine, che se vissuta con fiducia può solo renderci migliori.

Valeria Bellagamba

Torna a "ARCO N. 2/2019"


Greentime Spa

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna - Italia
Tel. +39 051223327

Cap. Soc. € 334.087,00 i.v.- R.E.A. Bologna n. 130839
P.I. 00279880371

bottone facebook

Log In or Register

fb iconLog in with Facebook