Menu

Cacciatore Testata Grigio Ok
Arco Testata Grigia
CT Testata Grigia

facebook Greentime facebook Arco facebook Caccia&Tiro

IL CACCIATORE ITALIANO n. 3/2019

Scrivere il mio primo intervento da presidente nazionale mi procura una certa emozione. Quasi la stessa provata al momento della mia nomina. Nelle prossime pagine troverete la cronaca di quel momento e di quanto ho espresso alla sala colma di presidenti regionali e provinciali, dirigenti, collaboratori… Amici, in poche parole. Qui mi rivolgo a una platea ben più vasta, composta dai nostri tesserati, cacciatori, cacciatrici e amici della caccia di tutta Italia che hanno scelto di venire rappresentati dalla Federazione Italiana della Caccia. Pensare che, insieme al Consiglio di presidenza che con me è stato eletto, mi troverò per i prossimi 5 anni a guidare questa che è ancora la più rappresentativa associazione venatoria d’Italia con i suoi 120 anni di vita non mi fa paura. Ma certo mi spinge a vivere con ancora più serietà il mio ruolo e a guardare con gratitudine e riconoscenza all’esempio dei tanti che mi hanno preceduto e che hanno contribuito alla sua crescita quantitativa e, quel che più conta, qualitativa.
Un impegno difficile, reso più leggero dalla consapevolezza di non essere solo, ma parte di una grande famiglia diffusa capillarmente nel Paese. Quel territorio che da cacciatori amiamo, tuteliamo e del quale ci prendiamo cura, nei suoi aspetti concreti fatti di alberi, prati, ruscelli, fauna… e in quelli astratti, ma non meno presenti e solidi, costituiti dalle tradizioni, dai valori e dalla cultura di un mondo rurale da conservare e tramandare.
Una rete fatta di uomini e donne di tutte le età, che ogni giorno operano in modo spesso poco noto e magari osteggiato da chi non ci comprende e invece di rispettarci, come dovrebbe, ci attacca in tutti i modi. Con il coordinamento e l’ausilio dei provinciali e dei regionali, le nostre Sezioni comunali sono il primo baluardo sul territorio, non solo a rappresentare la nostra Federazione e a tenere alta la nostra bandiera, ma a tutela del mondo venatorio.
Uno dei miei impegni principali sarà proprio quello di prestare alla nostra realtà territoriale maggior ascolto, condividendone le necessità con un occhio consapevole delle particolarità locali; sostenendo con più convinzione il loro quotidiano sforzo per far crescere la Federazione offrendo maggiori possibilità di azione; dando loro modo di maturare una più alta professionalità al servizio della caccia e dei cacciatori, perché siano in grado di fornire risposte pronte e all’altezza delle sfide che quotidianamente devono affrontare. Sono ben consapevole di questo ruolo irrinunciabile e insostituibile delle “comunali” e la mia azione si svilupperà sulla ferma convinzione che è su una base forte che si costruisce una forte Associazione.
Compito della Federcaccia sarà anche quello di dimostrare con i fatti, e non con vuoti slogan, il concetto che mi piace definire “caccia utile”. Una caccia che non sia più tollerata o combattuta, ma accolta in seno alla società a pieno titolo, perché composta da uomini e donne impegnati, rispettosi delle leggi, attenti all’ambiente e alla salvaguardia della biodiversità, “occhi” e “braccia” delle Pubbliche amministrazioni nei boschi e nelle campagne, spesso citate ma altrettanto spesso poco o niente frequentate da chi con la parola natura ama solo riempirsi la bocca. Una caccia strumento di gestione che ha al primo posto la salvaguardia e la conservazione delle specie selvatiche, volano dell’economia sui territori e a livello nazionale, una caccia che tramanda “saperi” e buone pratiche, patrimonio culturale di tutto un popolo, pratica dal forte valore sociale... È pensando a questo corpo di cittadini cacciatori inserito nel Paese e a vantaggio di tutta la società che non a caso ho aperto il mio intervento in Assemblea rivolgendo un doveroso, ma altrettanto sentito, saluto proprio al Presidente della Repubblica, primo rappresentante di quello Stato a cui tutti noi sentiamo di appartenere e al quale vogliamo contribuire.
Ecco, tutto questo “siamo noi”, amiche e amici. E col vostro aiuto lo faremo sapere a tutti.

L’EDITORIALE; APPUNTAMENTI ISTITUZIONALI, La caccia utile; MANIFESTAZIONI, Il “villaggio” degli incontri - Gradimento confermato; TESSERAMENTO, La sicurezza al primo posto; CENTRO STUDI, Costruire ambiente per la caccia;
UFFICIO AVIFAUNA MIGRATORIA, Misure convenienti - La Regina prende il diploma; UFFICIO FAUNA STANZIALE, Fauna selvatica in città - Queste fastidiose “compagne” di caccia; CACCIA E AMBIENTE, Un carniere di… rifiuti; AGONISMO CINOFILO, A Collacchioni vincono i cacciatori, quelli veri - Piccoli cacciatori in gara; CACCIATORI ZONA ALPI, Cacciatori e scrittori; ARCIERI CACCIATORI, La ricerca della solitudine; VETERINARIA, Allarme processionaria; FONDAZIONE UNA, A scuola di biodiversità ; DALLE REGIONI; RUBRICHE, Benelli Raffaello Accademia - Cz 557 Eclipse Cal.30-06 - Toyota Rav4 - Esperienze che uniscono

 

 


Greentime Spa

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna - Italia
Tel. +39 051223327

Cap. Soc. € 334.087,00 i.v.- R.E.A. Bologna n. 130839
P.I. 00279880371

bottone facebook

Log In or Register

fb iconLog in with Facebook