Menu

Cacciatore Testata Grigio Ok
Arco Testata Grigia
CT Testata Grigia

facebook Greentime facebook Arco facebook Caccia&Tiro

CACCIA&TIRO n. 6/2019

Lo scorso 22 maggio si è celebrata la Giornata mondiale della Biodiversità, in un mondo che sembra più cosciente dei problemi ambientali. Sarà grazie all’attività contro il cambiamento climatico dell’ormai famosa e giovanissima Greta Thunberg o grazie al diffuso parlare dell’enorme problema della plastica negli oceani, ma qualcosa è cambiato, almeno nei mass media e nell’opinione pubblica. Un fatto sicuramente positivo, seppur tardivo, se pensiamo alle più che decennali battaglie inascoltate condotte da importanti personalità del mondo politico o dello spettacolo. Stupisce, in ogni caso, tutti coloro che hanno a cuore la natura, che solo oggi si parli con tanta insistenza di cambiamento climatico e ambiente, considerato che sono decenni che gli scienziati lanciano allarmi inascoltati. “Stiamo erodendo i pilastri stessi delle nostre economie, i nostri mezzi di sostentamento, la sicurezza alimentare, la salute e la qualità di vita del mondo intero”, ha affermato Roberto Watson, lo scienziato britannico che presiede l’Ibes (Piattaforma intergovernativa scientifico-politica sulla biodiversità e sugli ecosistemi). L’Ibes è l’organismo dell’Onu che dopo 3 anni di censimenti e di analisi di dati, condotti da centinaia di esperti, ha recentemente presentato i risultati della sua ricerca e lanciato l’allarme: in tempi relativamente brevi un milione di animali e vegetali scomparirà dalla terra e dagli oceani, l’equivalente di 1/8 di tutte le specie che popolano il pianeta. Gli esperti avvertono che la perdita di biodiversità avrà un impatto diretto su ciascuno di noi: dal cibo all’energia, dall’acqua potabile alla produzione di farmaci fino all’assorbimento di anidride carbonica. Molto per la biodiversità fanno e potranno fare anche i cacciatori, da sempre impegnati nella gestione della fauna  e degli habitat, ma oggi più che mai chiamati a raccogliere una sfida ambientale così importante. In un comunicato la Federazione italiana della caccia sottolinea come l’impegno nei confronti della biodiversità sia su vari livelli: i cacciatori europei sono “consapevoli dell’impatto significativo dell’agricoltura e di altri usi del suolo su molte specie cacciabili in Europa e sono particolarmente preoccupati per le popolazioni di molte piccole specie di selvaggina. Gli sforzi dei cacciatori europei sono volti a far sì che l’Unione europea attraverso la sua prossima politica agricola comune (Pac) dedichi maggiore impegno e attenzione, in particolare alle specie maggiormente a rischio”.  Federcaccia sottolinea che l’impegno del mondo venatorio non è però solo politico: sono infatti oltre 300 i progetti in corso portati avanti dai cacciatori, il 40% dei quali nei siti della rete Natura 2000. “Molti ignorano che i cacciatori attraverso gli Ambiti territoriali di caccia sono coinvolti nella gestione del 70% del territorio italiano - ha dichiarato il neo presidente Massimo Buconi - La straordinaria ricchezza di biodiversità che caratterizza la nostra nazione è anche frutto del loro lavoro e del loro impegno. Per questo motivo la Giornata della Biodiversità è una giornata di festa anche per tutti noi. Un ambiente sano, in equilibrio, vivo e vitale è un bene per tutta la società. Un bene di cui godiamo tutti e che tutti dobbiamo contribuire a preservare. Noi lo facciamo ogni giorno tutto l’anno, con etica, scienza e conoscenza. Ma anche se facciamo molto siamo consapevoli che ancora non basta. L’impegno è fare tutti ancora di più”.
CACCIA
PRIMO PIANO; NEWS; ATTUALITÀ, Leggere i dati sull’ambiente; GESTIONE, Chiocce e fagiani nelle Zrc perugine; GESTIONE, Gli insetti, un mondo dimenticato; CINOFILIA, Una femmina per due trofei; CINOFILIA, Sfumature tra rosso e grigio
TIRO A VOLO
MENTAL COACHING, “Anche se…” due magiche parole; NOZIONI TECNICHE, Effetti del rinculo e tecnica termografica; LINEA DIRETTA CON IL CT, Difetti da correggere
INSERTO FITAV
3a PROVA COPPA DEL MONDO ISSF, A segno Bacosi e Cainero e la coppia Stanco-Resca; CAMPIONATO EUROPEO SPORTING, L’azzurra Europa; GRAND PRIX D’ITALIE - TROFEO POLSINELLI, Il gran parterre degli universalisti; CAMPIONATO ITALIANO - GRAND PRIX PARA TRAP, Para trap sempre più protagonista; 1° GRAN PREMIO  FOSSA OLIMPICA, I campioni del mondo salgono in cattedra; GRAN PREMIO INTERFORZE TRAP-SKEET, A Cameri pubblici ufficiali in gara; 1° GRAN PREMIO 1a CATEGORIA FOSSA OLIMPICA, Si va in pedana dalle Alpi al mare; 3° GRAN PREMIO SETTORE GIOVANILE FOSSA OLIMPICA, Puglia sugli allori; GRAND PRIX OF ITALY SPORTING, Orvieto: la volata di Boldrini; 3° GRAN PREMIO COMPAK, Compak in lungo e in largo; COPPIA ITALIA - COPPA CAMPIONI COMPAK, Foligno e Vetralla al top; COPPA ITALIA FOSSA OLIMPICA, Marongiu e Putano, è loro la Coppa Italia; GRANDI CLASSICHE, Paravia: 30 e lode al Gran Mondiale Perazzi; GRANDI CLASSICHE, Cartuccia d’Argento Fiocchi; 1° GRAN PREMIO SKEET FORMULA FITAV, Tutti in campo; GRANDI CLASSICHE, 10° Trofeo Bornaghi: en-plein di Viganò; GRANDI CLASSICHE, 17° Super Gran Premio Clever; COLLEGIO TECNICO GIURIDICO, Legittima difesa: la riforma
INSERTO FIDASC
A CACCIA DI SPORT; TIRO DI CAMPAGNA, 3 lustri di Campionato italiano; CINOFILIA, Lepri “langarole” per Coppie e Lady; MANIFESTAZIONI, La prima volta all’Hunting Show Sud; CINOFILIA, Segugismo in salsa etrusca
TIRO A SEGNO
SEZIONI, 6° Trofeo Città di Bondeno
TIRO DINAMIO SPORTIVO
PRATICA E ATTIVITÀ FEDERALE, Precisione, potenza, velocità

 

 

 


 
CacciaTiro 06 2019
ULTIMA USCITA N. 06/2019
Clicca qui per vedere gli argomenti principali di questo numero
 
Clicca qui per acquistare questo numero o l'abbonamento
ACQUISTA
Clicca qui per acquistare i numeri arretrati
ACQUISTA

 

Abbonamento ArcoCon le sue 50.000 copie il mensile Caccia&Tiro rappresenta la principale rivista di attualità sportiva e venatoria del settore. La sua trasformazione da quindicinale a mensile ha permesso un maggior approfondimento delle tematiche trattate, offrendo ai propri lettori, grazie alla maggiore foliazione, più caccia, più cronache sportive, più curiosità ed approfondimenti. Caccia&Tiro è anche alla continua ricerca di nuovi contenuti, dalle novità sui prodotti per la caccia e il tiro alle tematiche scientifico-ambientali, comprendendo tutti quegli aspetti che ruotano attorno alla tradizione venatoria, come gastronomia, storia e cultura. Caccia&Tiro raggiunge in abbonamento postale un target estremamente mirato. Il periodico, grazie a particolari convenzioni con le Federazioni sportive di riferimento, viene inviato anche ai 20.000 tiratori della Federazione italiana tiro a volo. Caccia&Tiro è disponibile anche in versione digitale ed acquistabile on-line (copia singola o abbonamento) su greentime.ezpress.it. Il legame della testata con lo sport è ancora più saldo, grazie alle oltre 10.000 copie che ogni anno sono presenti in occasione delle gare e presso i campi di tiro. Caccia&Tiro raggiunge tutte le realtà del settore, arrivando anche alle armerie di tutto il territorio nazionale, alle riserve di caccia, alle aziende agro turistico venatorie, agli allevamenti cinofili e di selvaggina, alle aziende produttrici e/o importatrici. Caccia&Tiro guarda anche al mondo associazionistico ed istituzionale e viene distribuito: ai dirigenti di tutte le associazioni venatorie italiane; alle Sezioni provinciali e comunali della Federcaccia; agli Atc e ai Comprensori alpini; agli organi periferici e alle società sportive della Fitav, della Uits (Unione italiana tiro a segno), della Fidasc (Federazione italiana discipline con armi sportive da caccia); alle Società dell’Enci; alle associazioni di categoria, agricole, ambientaliste; ai parchi nazionali e regionali; agli assessorati regionali e provinciali, agli organismi pubblici e parlamentari.

 

 


Greentime Spa

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna - Italia
Tel. +39 051223327

Cap. Soc. € 334.087,00 i.v.- R.E.A. Bologna n. 130839
P.I. 00279880371

bottone facebook

Log In or Register

fb iconLog in with Facebook